Hotel Indigo Verona - Grand Hotel Des Arts
  • * Richiedere affiliazione nella rispettiva organizzazione.
  • ** La miglior ricerca di tariffe disponibili non include i tassi di affiliazione.
Meno opzioni

Un quartiere da scoprire.

Benvenuti a Verona.

La leggenda di Romeo e Giulietta, la cui tragedia si è consumata secondo Shakespeare proprio fra le mura di questa città, attira ogni anno migliaia di turisti a Verona. Sofferenza, passione, trasporto e devozione, ma anche, paradossalmente, una speranza tenace, che mai si lascia soffocare, infiammano gli animi dei veronesi e catturano l’immaginazione dei visitatori da secoli.

Atmosfere e influenze che si respirano in particolar modo qui, negli spazi comuni e nelle camere di Hotel Indigo Verona – Grand Hotel des Arts, così come nelle strade e nei vicoli del vicinato.

Luoghi speciali, intrisi di storia, arte, cultura e tradizioni, abitati da cittadini “eroici” nel loro attaccamento al territorio, animati da eventi e celebrazioni che sanno emozionare, abbelliti da opere in continuo divenire, che testimoniano la volontà comune di migliorarsi costantemente.

Qui intorno, palazzi storici e musei che conservano religiosamente vestigia e cimeli del passato convivono con un quartiere in espansione, quello di Porta Nuova, che freme di vitalità e non teme il confronto con il futuro. Senza paura, senza incertezze, con ineguagliabile coraggio.

È la passione che scorre nelle nostre vene e si respira nella nostra aria, il segreto del fascino di Verona.

Un quartiere che si rinnova, mantenendo il proprio carattere.
Benvenuti a Porta Nuova.

Ci troviamo nel quartiere di Porta Nuova, accanto agli edifici storici risalenti alle epoche medievale, rinascimentale e contemporanea, in seno a un’area che nel corso dei secoli si è vista rimodernare nello smalto ma mai intaccare nell’anima.

Gli ospiti di Hotel Indigo Verona possono avere un assaggio di ciò che li aspetta in città passeggiando già fra le vie del vicinato e spingendosi verso le porte di accesso alla città, progettate e costruite dall’architetto Michele Sanmicheli nel XVI secolo, fino al Museo degli affreschi B.G. Cavalcaselle dove, nell’incantevole cornice di un convento del XIII secolo potranno visitare la tomba di Giulietta.

Oppure, potranno proseguire su Corso di Porta Nuova fino a Piazza Bra per visitare l’Arena, uno dei meravigliosi palazzi che affacciano sulla piazza, fra cui La Gran Guardia, Palazzo Guastaverza, Palazzo Bevilacqua, Palazzo Barbieri, o la collezione di manufatti straordinari ospitata presso il Museo Lapidario Maffeiano, risalente alla seconda metà del Settecento.

Un affare di... “famiglia”
Verona: più di una città.
Non solo il suolo cittadino è costellato di palazzi nobiliari, ma la stessa storia di Verona è segnata dal “passaggio”, o meglio dal prosperare delle grandi famiglie nobili (e non) che hanno reso grande e potente la città. Il potente clan Della Scala, che ha trasformato Verona da semplice Comune a Signoria, il marchesato di Canossa, le famiglie Maffei, Bevilacqua, Cipolla: benefattori della città, patron di arti e mestieri, hanno tutti contribuito a plasmare il volto della città, mantenerne vive le tradizioni, coltivarne i talenti. Quanto a famiglie, poi, non dimentichiamo le protagoniste dell’Opera alle cui atmosfere ci siamo ispirati: i Capuleti e i Montecchi di “Romeo e Giulietta”. Sapevate che sono esistiti veramente, e che non è stato solo Shakespeare a nominarli, nei suoi lavori? Anche Dante Alighieri (potete visitare la statua eretta in commemorazione di un suo soggiorno in città, in Piazza dei Signori) li ha nominati, nel suo Inferno.
L’aria che si respira a Verona:
Stagione lirica e festival teatrali.
A pochi minuti dal nostro hotel si trovano Piazza Bra e l’Arena di Verona. Nelle notti d’estate, dunque, potrebbe anche capitarvi di aprire la finestra e, tendendo l’orecchio, captare le familiari note di qualcuna delle Opere in rappresentazione durante la Stagione Lirica Veronese. E non solo: la città, infatti, conta altri tre teatri: il Filarmonico, Teatro Ristori e il Teatro Romano, che a loro volta ospitano rassegne musicali, concerti, festival e rappresentazioni. Fra i più noti e apprezzati ricordiamo, ad esempio, il Festival del Jazz e il Festival Shakeaspeariano. All’animazione del calendario annuale di eventi contribuiscono, inoltre, una serie di altre “gustose prelibatezze”: il Salone del vino, Vinitaly, il tradizionale Carnevale, l’autunnale Tocatì, il Festival Internazionale dei giochi di strada... c’è solo l’imbarazzo della scelta. Infine, non dimentichiamo i numerosi eventi ospitati presso musei, centri congressi e il polo fieristico Veronafiere: dalle manifestazioni sportive a quelle legate all’hobbystica, dalle fiere B2B alle occasioni uniche di incontro e scambio.

Le gemme rare: Castelvecchio, Palazzo Canossa e Palazzo Miniscalchi.

I luoghi dove si “respira la storia”

A pochi chilometri di distanza dal nostro hotel si trova Castelvecchio: fortezza di origine medievale ristrutturata negli anni Cinquanta dal famoso architetto Carlo Scarpa, ora sede di uno dei più apprezzati musei veronesi.

Curiosando nelle vicinanze, troverete il Ponte di Castelvecchio, pregiata costruzione medievale dalla caratteristica merlatura, Palazzo Canossa, Piazza dei Signori e Piazza delle Erbe, le case di Romeo e di Giulietta, e Palazzo Miniscalchi, che a sua volta ospita un museo.

Formidabili esempi di palazzi nobiliari, le ex residenze dei Canossa e dei Miniscalchi nel corso dei secoli hanno visto transitare per le loro stanze e corridoi illustri celebrità quali Imperatori, Zar, Papi e Re. Se volete “respirare la storia” a pieni polmoni, dunque, è qui che vi consigliamo di recarvi.