Hotel Indigo Verona - Grand Hotel Des Arts
Più opzioni
Prenota
  • Miglior Tariffa Garantita

3 esperienze da fare a Verona e dintorni in autunno

3 esperienze da fare a Verona e dintorni in autunno

Ottobre 2022

La stagione autunnale è ideale non solo per visitare i monumenti, le piazze e le principali attrazioni di Verona, ma si presta anche ad esperienze che renderanno il vostro soggiorno ancora più originale.

Nel nostro articolo vi suggeriamo tre attività imperdibili da pianificare durante il prossimo viaggio nel Veronese.

Cooking Class: il Tortellino di Valeggio

Il capolavoro della tradizione culinaria di Valeggio sul Mincio sono quelli che, in dialetto, vengono chiamati “agnolin”. I famosi “Tortellini di Valeggio” consistono in un sottile scrigno di pasta fatto a mano e ripieno di carne brasata. Sono presenti da secoli sulle tavole di Valeggio sul Mincio e tradizionalmente vengono consumati in brodo oppure conditi con burro e salvia.

Pare che l’origine del tortellino di Valeggio risalga addirittura al ‘300 e che debba la sua invenzione ad una leggenda: la ninfa Silvia e il capitano Malco, due giovani amanti, lasciano sulle rive del fiume Mincio un drappo di seta gialla annodato come pegno del loro amore travagliato. Da qui l’appellativo Nodo d’Amore, altro nome con cui chiamare la specialità della cucina locale.

Gli eventi principali dedicati al tortellino di Valeggio sono proprio La Festa del Nodo d’Amore, il terzo martedì di giugno, e la kermesse enogastronomica itinerante Tortellini e Dintorni, che si svolge per tre giorni a settembre.

Vi piacerebbe impararare a creare i Nodi d’Amore con le vostre mani? L’esperienza che vi suggeriamo è quella di una cooking class, dove saranno proprio i locals a svelarvi i migliori segreti per la riuscita di questa delizia per il palato.

I pellegrinaggi urbani

Se volete percorrere degli itinerari un po’ fuori dal comune alla scoperta di Verona, vi suggeriamo di tenere monitorata l’agenda di eventi di Verona Minor Hierusalem che, nata come progetto nel 2016, diventa a tutti gli effetti una Fondazione il 12 dicembre 2018.

Alla base del suo operato è viva la concezione di Verona come una piccola Gerusalemme. Questa idea non è semplice frutto della fantasia: la concezione di Verona come “piccola Gerusalemme” fu ufficializzata nel 1450 dagli Statuti Veronesi, ma affonda le sue radici all’epoca dell’arcidiacono Pacifico (tra la fine dell’VIII e la prima metà del IX), che per 43 anni fu prefetto dello Scriptorium Capitulare. Un antico documento afferma infatti che avesse creato un dizionario e che nella voce dedicata a Verona decretasse che la città fosse stata fondata da Sem, figlio di Noè, con il nome di “Gerusalemme Minore”.

Oggi la fondazione promuove dei veri pellegrinaggi urbani grazie all’operato di volontariato culturale dei suoi membri. Gli itinerari proposti sono tre e mantengono come tematica comune la Rinascita: dalla Terra, dall’Acqua e dal Cielo. Scoprirete così chiese, cripte e strade cittadine accompagnati da guide esperte ed autorizzate.

Degustazioni di vino in Valpolicella

Come abbiamo già raccontato nell’articolo Alla scoperta della Valpolicella, tra vigneti e cantine, uno dei consigli che diamo più spesso a chi desidera allontanarsi dalla città e conoscere più a fondo i dintorni di Verona è sicuramente quello di scoprire la Valpolicella.

Il modo migliore in cui vi suggeriamo di scoprire la zona è riservare il nostro speciale pacchetto Discover Verona che, oltre ad una bottiglia di vino come benvenuto in camera, include una visita al wineshop della pregiata cantina della Valpolicella Tommasi Family Estates, con degustazione di 4 vini. Un’esperienza pienamente in linea con la tradizione enologica del veronese.

valpolicella degustazione

(Visited 54 times, 1 visits today)

Hotel Indigo Verona - Grand Hotel Des Arts

View also